montessori e il gioco

I giochi dei bambini non sono giochi, e bisogna considerarli come le loro azioni più serie.
(Michel De Montaigne)

Il gioco è una cosa seria. Anzi, tremendamente seria.
(Jean Paul)

Per i bambini giocare significa lavorare. Il lavoro dei bambini è quello di svilupparsi e crescere.

Un neonato ha bisogno di giochi? Certo, se intendiamo i giochi come materiali e attività che aiutano il bambino a concentrarsi, a decifrare il mondo attraverso i sensi, a conoscere ciò che lo circonda. Ecco perché i giocattoli devono essere ben pensati e proposti al momento giusto. Per suggerimenti su cosa proporre ai bambini di pochi mesi leggi questo articolo sui mobile, ovvero le giostrine montessoriane. Ovviamente, più il bambino è piccolo e maggiore è il suo bisogno di presenza e contatto con i genitori, quindi i momenti di concentrazione su un oggetto saranno molto limitati.

I giocattoli devono aiutare il bambino a scoprire se stesso, le proprie possibilità di azione, esercitare le proprie capacità. Per questo è importante proporre ai bambini giochi che possano essergli utili in queste funzioni, preoccupandosi del materiale di cui è composto un giocattolo, del suo scopo, di come funziona.

I bambini utilizzano volentieri oggetti di uso quotidiano, come ad esempio in cucina per preparare uno spuntino o la cena insieme a mamma e papà, oppure con la fantasia, quando una calcolatrice diventa la cassa del negozio e qualsiasi oggetto rettangolare diventa un telefono cellulare. Anche quando la bambola diventa figlia o paziente del dottore, quando la sabbia diventa una buona minestra servita nel proprio ristorante.

Diversi studi hanno messo in evidenza l’importanza del gioco nello sviluppo del bambino, dal punto di vista affettivo, cognitivo, intellettivo, relazionale. Insomma il gioco è il compito principale del bambino, che attraverso il gioco si esprime, elabora le situazioni che vive nella vita reale, può essere creativo. Per questo è fondamentale che queste attività di gioco possano svolgersi in libertà: di scelta, di movimento, di creare, di inventare. Questa libertà che vive il bambino è resa possibile dal lavoro dell’adulto che si è occupato di selezionare i materiali e i giochi più adatti, che ha organizzato la casa o la scuola in modo sicuro, ordinato, semplice. In questo modo ai bambini viene garantito uno sviluppo armonioso. Se ci fidiamo dell’istinto naturale dei bambini, sappiamo seguirli nella loro crescita e tutelare il gioco spontaneo, lasciando tempi e spazi , creando occasioni per esprimersi.

Non dimentichiamo anche il bisogno di giocare con mamma e papà: giocare insieme crea un legame e una vita familiare armoniosa.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...