L’ambiente del bambino: l’importanza di organizzare la casa a misura

Il bambino arriva in questo mondo con un compito prestabilito, un grande e importante obiettivo: costruirsi, costruire l’uomo. Come si compie questo lavoro? Attraverso i sensi e con l’aiuto della sua mente assorbente, il bambino prima di tutto immagazzina le informazioni e poi le elabora e le organizza. Questo lavoro incessante e fondamentale, che il bambino svolge naturalmente e in maniera istintiva, avviene sull’ambiente e grazie all’ambiente in cui si trova a crescere. Ecco perché si parla tanto di ambiente su misura, di organizzare l’ambiente adatto.
Ecco perché la pedagogia Montessori si basa sull’ambiente preparato. Il ruolo dell’adulto, genitore o insegnante che sia, è quello di organizzare gli spazi in cui il bambino si muove, tenendo conto che tutto ciò che trova sulla sua strada svolgerà il compito di educarlo. Montessori non basa quindi l’educazione sulla trasmissione di concetti al bambino da parte dell’adulto: è invece il bambino stesso a imparare, lui è il protagonista della sua esperienza, che non è mai passiva. Ecco che entrano in gioco altre due parole chiave dell’educazione montessoriana: libertà e movimento. L’ambiente, adeguatamente organizzato dall’adulto, invita all’attività e il bambino che ha la possibilità di muoversi liberamente può intervenire su di esso attingendo alle sue risorse naturali, al suo istinto che lo guida e lo spinge a conoscere e a svilupparsi.
Ecco che l’ambiente diventa maestro. In che modo? Dobbiamo essere noi ovviamente a studiarlo e organizzarlo nel modo giusto.
Le caratteristiche fondamentali da tenere presenti per lavorare sugli spazi di casa o a scuola sono:
-l’ordine, che rispecchia e aiuta l’ordine mentale,
-la bellezza, che invoglia e invita e che educa al bello,
-gli oggetti e i materiali, che devono rispecchiare i bisogni dell’età e della fase evolutiva (soggettiva) del bambino, devono invitare all’attività e permettere l’autocorrezione,
-gli arredi su misura, che devono aiutare e permettere l’autonomia,
-la calma dell’atmosfera data dai gesti, dal tono di voce, dalla disposizione d’animo dell’adulto.

Il bambino che si trova a crescere in questo contesto è un bambino rispettato nei suoi bisogni, ha la possibilità di concentrarsi, di sentirsi calmo e tranquillo, di fare esperienze utili al suo sviluppo armonioso.

Quale aspetto trovi più complicato da gestire? L’arredamento, l’ordine, i materiali?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...